Stufe aria

Stufe aria Non ci sono prodotti in questa categoria.

Sottocategorie

  • Stufe a pellet

    STUFE A PELLET

    La stufa a pellet è un apparecchio simile alla stufa a legna, adibita al riscaldamento di ogni tipo di ambiente, che utilizza come combustibile solido il pellet. Le stufe a pellet sono considerate un prodotto ecologico poiché per ottenere il pellet vengono di norma utilizzati gli scarti di lavorazione del legno (segatura, ecc.). In altri termini non sarebbe quindi necessario l'abbattimento di nuovi alberi per la produzione del pellet nel caso in cui il consumo non superi la quantità di scarti di lavorazione del legno.Stufa a pellet italiana

    La struttura di una stufa a pellet è simile ad una stufa tradizionale e ha un vano o serbatoio, di solito con carica dall'alto, che contiene il pellet da bruciare. Esso può avere una capienza che parte da quindici e può arrivare fino a sessanta o più kg a seconda del modello di stufa. All'interno vi è una coclea o vite infinita che trascina il pellet dal serbatoio all'interno del braciere dove il combustibile viene bruciato grazie alla presenza di una “candeletta” che si scalda nella fase di avvio, innescando la fiamma.

    Il calore prodotto dalla stufa a pellet viene diffuso nell'ambiente sia per convenzione naturale sia ad aria forzata con una o più ventole che contribuiscono a distribuire l'aria calda negli ambienti attigui. In alcuni modelli di stufa a pellet è anche possibile incanalare l'aria calda in piccole condotte e posizionando una o più bocchette per canalizzare l' aria calda in altri vani. I modelli più recenti sono dotati di un cronotermostato che permette di programmare orari di accensione e spegnimento in automatico, la velocità della ventola per l'aria calda forzata e i gradi di temperatura desiderati. Il calore prodotto dalla stufa è misurato in kilowattora (kWh) (un kilowattora corrisponde a 859,8 kcal o 3,6 MJ). La potenza di ogni singolo modello (misurata in kilowatt) è commisurata in base alla dimensione della stufa, alla quantità di pellet bruciato, alla regolazione impostata dall'utente. Anche il tipo di pellet utilizzato può incidere sulla resa calorica della stufa.

    Lo scarico dei fumi prodotti della stufa a pellet derivanti dalla combustione avviene con un tubo di diametro variabile anch'esso a seconda del modello, da 80 a 100 mm di diametro. La tubazione deve essere in materiale resistente alle temperature di esercizio, agli acidi e alle eventuali condense prodotte dalla combustione, in Italia secondo le norme UNI si prescrive l'acciaio AISI 316.

    La stufa a pellet necessita di una pulizia ordinaria del braciere e del cassetto cenere (se presente) da effettuare con frequenza variabile a seconda dell'utilizzo in termini di tempi di funzionamento e di potenza impostata e del tipo di pellet impiegato, la pulizia va fatta con un aspiracenere, la pulizia del vetro della stufa dai residui di cenere, richiede prodotto speciale adatto a tale vetro; inoltre la stufa richiede una pulizia più approfondita almeno una volta all'anno (da effettuare solitamente durante il periodo estivo ), ma anche più spesso in base al modello e all'utilizzo. Potrebbe essere necessario l'intervento di un tecnico per questa operazione.

    Esistono stufe a pellet rivestite in ceramica / maiolica o in acciaio. La ceramica non scotta e mantiene a lungo il calore che si propaga nell' ambiente, mentre l'acciaio può raggiungere temperature elevate ma si raffredda molto più rapidamente. Esistono altresì modelli di stufe a pellet dedicati al riscaldamento dell'acqua per i radiatori. In tali prodotti sono presenti all'interno scambiatori di calore in cui è presente l'acqua che una volta riscaldata circolerà nell'impianto dei termosifoni. È inoltre possibile far coesistere questo tipo di stufa e un'altra fonte di calore (es. una calderina a gas) in modo che funzionino alternativamente.

    La normativa di riferimento per l'installazione delle stufe a legna e pellet in Italia è la UNI 10683 rev. 2012.

  • Stufe a legna

    STUFE A LEGNA

    La stufa a legna è una stufa economica per il riscaldamento di un ambiente che utilizza la legna.

    Il suo scopo primario è quello del riscaldamento domestico, ma viene usata anche per cuocere i cibi, in quanto alcuni modelli sono dotati di forno o di piastre per la cottura.

    Nasce dal suo predecessore: il “camino aperto" quando grazie all'industria metallurgica, si poterono effettuare fusioni di qualità e si decise di costruire stufe per confinare il fuoco al fine di evitare pericolosi incendi, migliorare le rese termiche e limitare il fumo nelle abitazioni.
    Per il suo funzionamento la stufa a legna necessita di una canna fumaria o di un condotto di scarico dei fumi.
    La stufa va pulita tutti i giorni dai residui di cenere, in modo da ottimizzare il funzionamento. Inoltre per non sopportare i disagi quotidiani di dover raccogliere la cenere con una scopa , si può ricorrere all' aspiracenere, in modo da non sporcare il pavimento di casa e/o quello di un altro locale.
    Da ricordare infine che la stufa a legna non necessita dell' elettricità per funzionare.
    I nuovi modelli di stufa a legna vengono fabbricati utilizzando la ghisa, l' acciaio
    o la ceramica.